“A scuolina pe’ Santa Susina”

Settembre, nonostante il dovere di riprendere il lavoro, era comunque il mese più amato dai pratesi, anche se i ragazzi avrebbero voluto si protraesse all’infinito, già pensando che il 1° ottobre sarebbe finita la pacchia. “A scuolina pe’ Santa Susina” dicevano le nonne, facendo irritare ancora di più noi giovani che non sapevamo neppure chi fosse questa santa.

Sul nuovo numero di Quaderno Pratese Urano Corsi racconta com’era il mese di settembre e la festa della città alla fine degli anni ’50.


Puoi acquistare la tua copia digitale qui. A Prato puoi acquistarlo qui. Se sei abbonato puoi leggerlo qui.

La foto d’anteprima viene dal gruppo La vecchia Prato

Altre storie
Il vincitore e lo sconfitto